Overtoun-Bridge

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il mistero del ponte dei suicidi dei cani. A Overtoun in Scozia vi è un ponte costruito nel 1892 chiamato Overtoun Bridge, creato per ampliare i collegamenti della villa nell’antico borgo di Dumbarton soprannominato, alla luce delle ultime vicende, ”il balzo del vagabondo’‘.

La leggenda narra che nel 1859 un ricco uomo comprò un pezzo di terra sopra il fiume Clyde e vi costruì una villa.
Dopo l’ampliamento, nel 1892, volle avere una strada d’accesso attraverso l’Overtoun Burn e così fu eretto il ponte su Overtoun. Il ponte di struttura vittoriana, alta 50 piedi (poco meno di 18 metri), incute una certa soggezione con i simboli religiosi di cui e’ ornato.

Overtoun Bridge

 

 

 

 

 

 

 

 

Cinquanta cani si sono tolti la vita, tutti di razze diverse e tutti praticamente nello stesso punto e nello stesso modo: saltando giù dal ponte e trovando la morte nelle acque fiume Clyde davanti agli occhi increduli dei padroni. La strana bizzarra serie di suicidi di cani è ancora più misteriosa se si pensa che i cani non hanno per natura istinti suicidi. Tutti i cani che si sono tolti la propria vità qui, praticamente si sono buttati nello stesso punto (ovvero sul lato destro dello stesso tra gli ultimi 2 parapetti) e tutti di razze con nasi lunghi.

Il perché del salto nel vuoto, dunque, rimane un mistero.

Qualcuno ha provato a trovare una soluzione all’enigma. Sull’argomento si sono esercitati in tanti, proponendo le teorie più varie:

  • Suoni d’acqua ipnotici
  • Interferenze elettromagnetiche da una base nucleare vicino
  • Maledizioni arcaiche
  • Portali Dimensionali
  • Impulsi elettrici
  •  I fantasmi essendo la zona un campo di battaglia in cui un lord perse la vita

Come tutti i casi in cui la spiegazione resta oscura, si è cercato di coinvolgere il paranormale. Del resto l’Overtoun è stato teatro di un’altra terribile tragedia nel 1994, quando Kevin Moy ha lanciato il figlioletto giù dal ponte affermando che questi era l’anti-Cristo. Interrogato dalla polizia, l’uomo è risultato essere sotto l’effetto di droghe, ma ha continuato ad affermare anche in seguito che il ponte era infestato dagli spiriti!!!!!!!

La curiosità è stata talmente tanta che del caso si è occupata anche la televisione inglese con un documentario su Channel 5 per fornire una spiegazione vagamente plausibile.

Infatti il Dott. David Sands scoprì che sotto i ponti si riproducono i visoni e il forte odore prodotto è semplicemente irresisitibile per i cani curiosi. Unite questo con la scarsa vista dei cani e si spiega perché un cane può saltare nel vuoto oltre il bordo.

Come mai in tutti questi anni nessun cane si è buttato oltre il dirupo nonostante i visoni si siano sempre riprodotti? E soprattutto: in Scozia sono presenti circa ventimila visoni, ma fenomeni di questo tipo avvengono solo in questo ponte del mistero.

I dubbi sull’arcano rimangono. Però una domanda a riguardo si può ipotizzarla: come mai non esistono casi simili in altri ponti? Può un odore così forte scatenare reazioni così immediate in alcuni cani e lasciarne indifferenti altri? Dubbi in libertà, di una cosa però sono sicuri i padroni dei cani: vicino all’Overtoun Bridge la passeggiate si fa con il collare, così si evita il rischio………..non vi pare…. 😉