Romanticismo e fantasmi a Parma.

Una storia d’amore ha imprigionato un fantasma in una fortezza a Parma.

bardi_slide5

Ad Halloween si  moltiplicano le storie di paura e di fantasmi. Molti organizzano feste a tema , in maschera, raccontando storie da brivido o realizzando un (finto!) delitto con tanto di indagini, impronte e domande varie. Se le storie che riguardano fantasmi e le loro relative apparizioni non vi spaventano, allora non potete che continuare a leggere questo articolo. Oggi vi parlerò di un fantasma innamorato, perché, che ci crediate o meno, le storie legate alle presenze che aleggiano in castelli o locali abbandonati nel nostro Belpaese hanno un fascino quasi irrinunciabile. Oggi parleremo di uno spettro che pare infesti le stanza del Castello di Bardi, nella provincia di Parma. A parte il fatto che è una fortezza alquanto suggestiva e bella, quindi, fantasmi o non fantasmi, vale comunque la pena visitarla; e che il suo valore storico è indecifrabile; il castello viene spesso visitato proprio poiché si racconta che vi sia questo fantasma tra le sue stanze. Si tratta, inoltre, di un fantasma innamorato, in quanto la sua vicenda è legata ad una triste storia d’amore. Infatti si racconta che tra le stanze e i corridoi del castello si aggiri il fantasma di un cavaliere disperato, ancora alla ricerca della sia donna, persa in una tragica circostanza. Si tratta dello spettro di cavalier Moroello, il quale visse all’interno di questo castello intorno alla fine del Quattrocento. Si innamorò di Seleste, una giovane castellana, ma la loro unione non era ben voluta dal padre della ragazza. Così per ottenere la stima di quest’ultimo, Moroello partì per una guerra alquanto pericolosa e tornò vittorioso, portando sulle spalle le insegne del nemico. Seleste da lontano vide un signore camminare e pensò che Moroello fosse caduto in battaglia, quindi si gettò dal castello. Una volta saputo ciò, Moroello si tolse la vita. Oggi va ancora in giro nel castello alla ricerca della sua bella amata.

Moroello e Soleste (la leggenda)

fantasma di Moroello

All’interno della Fortezza di Bardi in molti sono coloro che provano attimi di incertezza, nel mentre  s’aggirano fra le sue mura. La leggenda del fantasma di Moroello è conosciuta da molti in Italia, ma  un conto e leggerne su una qualche rivista, tutt’altra questione e recarsi nel castello in cui risiede il fantasma.Nel XIV secolo, Moroello, giovane comandante della guardia, destinato a proseguire nella sua carriera militare, si invaghì della splendida Soleste, dama di compagnia presso la Corte dei Landi, già promessa sposa, dal padre, ad un feudatario locale. I due giovani non poterono mai mostrare l’amore che li univa, essendo Moroello un plebeo e Soleste una nobile. Ciò non di meno, riuscirono, a discapito del destino, a trovare rari attimi d’intimità aiutati dalla balia di Soleste.

Un giorno a Moroello  venne comandato di guidare i suoi uomini verso i confini del territorio dei Landi per sconfiggere truppe invasori che vi si erano assestate. Dal giorno in cui Moroello lasciò le mura della fortezza, Soleste salì sul mastio per scorgere il rientro dell’amato. Passarono i giorni e le settimane ed infine, dopo un mese e mezzo da cui in fortezza non si sapeva più niente della sorte di Moroello e dei suoi uomini, un gruppo di amarti fu avvistato scendere verso la fortezza seguendo il corso del torrente Noveglia. Appena Soleste apprese la notizia si precipitò sul mastio per distinguere le insegne dei soldati in avvicinamento. Quando questi furono presso la confluenza del fiume Ceno, la ragazza riuscì a vedere gli stendardi che questi portavano e riconosciuti i simboli del nemico scoppio in singhiozzi per la sorte dell’amato. Senza esitazione si lanciò dalla torre uccidendosi e mostrando così i suoi sentimenti per Moroello.
Grave è la verità legata a questo errore, poiché il gruppo di armigeri era in realtà composto proprio dagli uomini di Moroello, che sconfitto totalmente il nemico si era fatto portatore delle sue insegne come  simbolo d’onore militare. Quando il giovane rientrò presso la fortezza i suoi amici gli comunicarono l’insano gesto compiuto dalla sua amata ed a quel punto…Moroello corse sugli spalti della piazza d’arme lanciandosi nel vuoto e suggellando così il suo amore per Soleste. È da allora che all’interno della fortezza si dice che il fantasma di Moroello vaghi nel tentativo d’incontrare quello di Soleste, al fine di proseguire per l’eternità nella loro storia d’amore.

Le apparizioni di Moroello all’interno della fortezza, in questi ultimi anni, si sono fatte sempre più numerose, tanto da interessare un gruppo di studiosi del Dipartimento del Centro di Studi parapsicologi di Bologna, che sono riusciti, grazie a delle sofisticate attrezzature, a fotografare il fantasma, presso la base del mastio.